line line

Quando l’opa diventa scorretta, il caso Camfin

Marco Tronchetti Provera di Pirelli

Marco Tronchetti Provera di Pirelli

Opa Camfin, la Consob indaga, ma Tronchetti Provera e soci respingono le accuse. Di preciso non si  sa bene cosa sia successo, sono troppe le insinuazioni e i sospetti che avvolgono questa faccenda economica dai risvolti mondani. Il recente riassetto di Camfin non smette di accendere le polemiche e, a ben vedere, le operazioni inerenti l’Opa e il riassetto della Camfin non sembrano essere poi così trasparenti.

Il sospetto che esprime la Consob è di un possbile accordo segreto tra Malatesta e Tronchetti Provera, forse per riparare ai torti subiti e inflitti o forse addirittura già programmato prima di mandare in scena il tragicomico teatrino tra le due famiglie di imprenditori. Il caso scoppia perché il prezzo dei titoli acquistati dal Lauro 61, il nuovo veicolo composto da Troncheti Provera, Unicredit, Intesa San Paolo, famiglia Acutis Rovati, dal gruppo Malacalza, sarebbe inferiore a quello che ragionevolmente sarebbe potuto essere e la cosa, appunto suona stridente data la situazione di tensione che si era creata proprio tra le due famiglie di imprenditori.

La Consob non comprende infatti, per quale motivo Malacalza averebbe cercato di favorire il gruppo di “rivali”. La spiegazione forse è insita in un’ulteriore operazione finanziaria promossa dalla stessa Malacalza. Gli imprenditori genovesi avrebbero infatti reinvestito il cash ricevuto da Tronchetti Provera per porre fine alla diatriba Pirelli in azioni della Pirelli stessa.

Allianz e Fondiaria Sai, partner storici di Camfin, ma a quanto pare desiderosi di abbandonare, quasi del tutto, il gruppo, hanno ceduto le loro azioni a Malacalza che ha così acquistato il 6,98% di Pirelli a 7,8 euro per azione, quindi con uno sconto, tra l’altro, del 12,5% rispetto a quello che era stato il prezzo di fine chiusura della giornata. Ma allora o Malatesta è davvero un re Mida della borsa, come lo stanno definendo questi giorni i giornali, o le acque sono un po’ torbide. Tronchetti Provera smentisce, ma le indagini proseguono e il prezzo dell’Opa non si cambia.

Comments are closed.

line
footer
Powered by Wordpress | Designed by Elegant Themes