line line

Piano industriale Findomestic 2010-2012

Obiettivo quasi centrato: Findomestic nel suo piano industriale per il triennio 2010-12 puntava a tornare il leader di mercato in Italia. Ciò affermava il presidente della Findomestic, annunciando un business plan di investimenti da 100 milioni di euro previsti per il triennio in questione. Nonostante le difficoltà dei primi tre trimestri del 2010 dove il credito al consumo aveva segnato una flessione di circa il 5% che seguiva la perdita dell’11% dell’anno precedente,  Fabio Gallia nelle vesti di presidente della società che fa parte del gruppo Bnp Paribas si è sempre dimostrato ottimista, dichiarando che nei primi nove mesi del 2010 la società è cresciuta di oltre il 5% rispetto al 2009.
Infatti la Findomestic aveva riconquistato una interessante quota di mercato passando dal 7,3% all’8,1% e rendendo valida la speranza di arrivare al 10% che era un risultato che aveva già raggiunto prima del 2008.
I tre obiettivi del piano industriale prevedevano il recupero di quote sul mercato, possibili sinergie con Bnl, raggiungimento dell’eccellenza sul fronte del rischio e della operatività.
Attualmente la Findomestic ha terminato la riorganizzazione interna senza disfarsi di nessun dipendente e lavora su un portafoglio di quasi 8 milioni di clienti grazie alla Bnl. Gallia ha spiegato che nuovo obiettivo è quello di lavorare sul cross-selling potendo fare affidamento sia su prodotti più che validi sia di una rete bancaria che supera i mille sportelli.
Il piano industriale Findomestic si è quindi rivelato di successo (la stessa cosa è accaduta al Piano Industriale Pirelli 2013) anche grazie all’alta qualità del management della società che ha ritrovato fiducia e coesione e pronta a riprendersi la leadership del mercato italiano, passando dalla seconda posizione di ora alla prima dove c’è Agos-Ducato.

In attesa delle prossime mosse dei due giganti del credito al consumo a noi tocca vivere la realtà quotidiana fatta del nostro personalissimo piano  famigliare, che non è poco.

Comments are closed.

line
footer
Powered by Wordpress | Designed by Elegant Themes